26Giugno2019

semar logo1

Sei qui: Home News Primo piano Telenovela canile: Brizio denuncia sindaco, giunta e segretario comunale

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Telenovela canile: Brizio denuncia sindaco, giunta e segretario comunale

canile-allagato

VERBANIA - La presidente dell'associazione Amici degli animali, Loredana Brizio, ha denunciato questa mattina sindaco, giunta e segretario comunale di Verbania per falso, ovvero per aver violato la legge Bassanini. "La giunta non può stipulare un contratto negando un bando pre esistente, è illegale e grave", dice Brizio.


 
Per chiarezza (intatto attendiamo nota di Brizio e repliche dal Comune) facciamo un passo indietro. Gli ultimi sviluppi della diatriba, quelli che hanno riacceso ferocemente la polemica, li ha portati il maltempo. Nei giorni scorsi, la struttura è stata invasa dall'acqua in alcune sue parti. Cosa documentata dai volontari attraverso la pagina FB dove, tra l'altro, lamentavano l'assenza dell'Adigest e del Comune.
La risposta dell'amministrazione non tarda: è di ieri la lettera dell'assessore Laura Sau agli Amici degli animali con la quale segnala "lamentele da parte di cittadini sul comportamento dei Soci dell'associazione dove […] alcuni Soci si sono resi protagonisti di atteggiamenti  intolleranti , allo scopo di creare un clima che sfiora l'intimidatorio per evitare il legittimo passaggio di consegne nella gestione del canile comunale, passaggio la cui legittimità è indiscussa e confermata anche dalla validazione dell'attuale Segretario Comunale".
Rivendicando la trasparenza della decisone dell'Amministrazione, l'assessore ribadisce che è suo dovere far rispettare le regole "senza esitazioni", e accusa l'associazione di creare "intralcio al passaggio di consegne nella gestione del canile comunale".  E prosegue:  
"D'altro canto il vostro interesse a gestire la struttura direttamente (che per altro non risulta affatto trasfuso né formalizzato in alcuna offerta di partecipazione alla gara), ben può essere ricompensato dalla possibilità di fornire il vostro contributo di volontari disinteressati.
[…] Per evidenziare meglio il problema del clima poco sereno che si è creato , ieri l'altro ho dovuto interrompere bruscamente una riunione sulla difficile situazione del livello delle acque del lago nel settore idrico-demaniale di cui mi occupo, perché allarmata dalla telefonata di una giornalista che mi parlava di una situazione di allagamento della struttura comunale, notizia che , alla mia visita , risultava priva di fondamento e inutilmente ansiogena, in un clima cittadino che sta affrontando l'emergenza idrico-lacuale e la ventilata chiusura della struttura ospedaliera del DEA".

Ma intanto, l'opposizione attacca e Stefania Minore (5Stelle), pubblica sulla sua pagina FB la delibera che riconosce ad Adigest 5.5 euro al giorno per il mantenimento di 28 dei 54 cani ospitati al canile che non possono essere adottati perché non recuperabili dal punto di vista comportamentale o per problemi di salute. Cifra che fino a fine anno ammonta a 8.450euro e che per il primo semestre del 2015 è stimata in 34mila e 290euro. A questo si aggiungono i costi (15mila euro fino a ottobre 2015) per la "rieducazione" di sette soggetti difficili al fine dell'adattabilità. Ci sono poi 38 cani riconducibili a privati. Per questi casi l'Amministrazione valuta caso per caso se sostenerne le spese di mantenimento (in caso di proprietari con seri problemi economici o di salute) o se addebitare il conto al padrone.
Cifre che fanno gridare allo scandalo la consigliera Minore, che scrive: "Una cifra maggiore dei 58.800euro + iva prevista dal bando per la gestione del canile, ora Adigest sicuramente firmerà, ma quello che hanno fatto è assolutamente illegittimo".

La bomba è scoppiata, Loredana Brizio sporge denuncia e la discussione sui social network impazza.

Create

Create by Filo Studios

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze ed in alcuni casi per inviare messaggi pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. . To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information