13Ottobre2019

semar logo1

Sei qui: Home News Primo piano Lotta dura tra Amici degli animali e sindaco sulle sorti del canile di Verbania

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Lotta dura tra Amici degli animali e sindaco sulle sorti del canile di Verbania

canile

VERBANIA - Non ci sono pause nella vicenda canile di Verbania. Da una parte la tenzone vede duellare Loredana Brizio, presidente degli Amici degli animali, l’associazione che si occupa degli ospiti del canile e l'avversario è il sindaco Silvia Marchioni. Dall’altra si è passati dalle minacce alle carte bollate con la denuncia da parte dei vertici dell’associazione, dello stesso sindaco e del dirigente del comune che aveva assegnato la gestione all’azienda poi “liquidata".


Scrive Loredana Brizio: "Come avrete avuto modo di apprendere dai mass media, il Comune di Verbania sta creando non pochi problemi all’Associazione Amici degli Animali onlus che, di fatto, è l’unica che sta garantendo il benessere dei cani ospiti del canile di Verbania.
In tale ottica, i volontari vorrebbero effettuare una manifestazione pacifica IL 21 marzo dalle ore 10 alle ore 12 in piazza Garibaldi, davanti al Palazzo comunale, al fine di poter rendere edotta la cittadinanza circa la situazione vigente presso il Canile.
Interverrò io, come presidente dell’Associazione, altri rappresentanti di associazioni animaliste presenti sul territorio, i volontari interessati nonchè i  politici locali che hanno manifestato interesse per la manifestazione, che coinvolge l’intera città.
Il canile va salvato e non possono essere deportati i cani in altri canili.
Il canile di Verbania  è una risorsa per la città e per i paesi dei dintorni, convenzionati, per cui appare assolutamente necessario sensibilizzare l’opinione pubblica in merito.
Si garantisce che si tratta di una manifestazione assolutamente pacifica, e per la quale sarò io la referente ad ogni conseguente effetto".
Ed ecco il comunicato col quale la Brizio annuncia “Indagati Brignardello e Marchinini”
Il testo:
Successivamente all’emissione della determina del 18.6.2014 l’associazione Amici degli Animali onlus ha denunciato la illegittimità della stessa, significando che nell’operato del dirigente vi fosse un abuso di atti d’ufficio ed una turbata libertà degli incanti, laddove era stato promesso alla soc. Adigest srl. una somma aggiuntiva rispetto a quanto stabilito nel bando 30.9.2013, pari ad € 15,00 per cane ospitato nel canile.
Era evidentemente turbata la gara, a discapito dell’Associazione, in quanto, mentre la somma indicata nel bando era di € 60.000,00 ad Adigest era stato promessa una somma ben maggiore, di circa il triplo, considerato il numero dei cani mediamente presenti in canile.
Pertanto, come era corretto che venisse fatto, nell’interesse dell’intera cittadinanza, l’Associazione ha segnalato in Procura l’abuso ed ora si è appreso formalmente che il dirigente Brignardello Vittorio è INDAGATO PER IL REATO P. e P. dall’art. 323 c.p. (abuso atti d’ufficio) e 353 c.p. (turbata libertà degli incanti) presso la Procura della Repubblica di Verbania.
Analogamente lo stesso dirigente Brignardello  nonché il Sindaco Silvia Marchionini RISULTANO INDAGATI ai sensi dell’art. 328 c.p. (omissione di atti d’ufficio) nonché ai sensi dell’art. 544 ter c.p. (maltrattamento di animali), sempre in relazione a segnalazioni effettuate dall’Associazione, ovviamente nell’interesse della cittadinanza.
In relazione poi alle affermazioni fantasiose e destituite da ogni fondamento pubblicate dall’assessore Sau, miranti a gettare discredito, del tutto gratuito sull’operato dell’Associazione, sono pendenti nei di lei confronti ben due proc. penali per diffamazione aggravata a mezzo stampa (art. 595 c.3 cp.) nei confronti della medesima.
Francamente quanto sopra mi amareggia non poco e mi porta a considerazioni spiacevoli, in quanto questo non è l’epilogo che l’associazione avrebbe voluto, tenuto conto che tutto avrebbe potuto essere evitato, solo che si fosse usato buon senso,  buona volontà  e minor arroganza.
L’Associazione di volontari ha sempre dimostrato, oltre che dedizione agli animali, nel rispetto delle regole, anche la massima volontà collaborativa nei confronti del Comune.
Purtroppo, inspiegabilmente, ci siamo sempre trovati di fronte ad un muro e a continui comportamenti ostativi, di cui non si riesce a comprenderne il motivo.
L’Associazione ha sempre fatto risparmiare i cittadini, ha fornito e continua a fornire un servizio eccellente alla cittadinanza, debellando il randagismo, e quindi non si comprende il motivo di tanto astio e ritorsione nei confronti dei volontari, al punto da preferire il sacrificio dei dipendenti e dei cani, piuttosto che trovare un accordo pacifico, nell’interesse di tutti, nessuno escluso.
Ebbene, per l’ennesima volta, l’Associazione ribadisce la volontà di gestire il canile a costo zero per i comuni, fatto salvo la quota spettante agli stessi e già concordata, pari ad € 1.50 pro-abitante.
Con tale quota, ai comuni non sarà addebitato alcun ulteriore costo, a prescindere dal numero di cani che verranno ospitati e che sono sempre in numero crescente, grazie alle difficoltà della gente che non riesce più a mantenerli.
Ad oggi, nonostante sia decorso quasi un mese dal giorno in cui è stata inviata formalmente tale proposta, non è stato dato alcun riscontro.
E’ certo comunque che i volontari non accetteranno supinamente le scelte del tutto illogiche del Comune, ove fossero finalizzate a trasferire i cani ad altri canile. Oltre che insensata tale decisione, non vi è chi non veda che, anche in tal caso, potrebbero ravvisarsi gli estremi previsti dall’art. 544 ter cp. , per il quale il Sindaco è già indagato per altro fatto.
L’Associazione è pronta a tutelare i propri cani ed i propri dipendenti in ogni sede penale o amministrativa, perché la dignità di tutti, persone ed animali, sotto ogni forma, va tutelata.
Il presidente Ass. Amici degli Animali onlus: Avv. Loredana Brizio

Create

Create by Filo Studios

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze ed in alcuni casi per inviare messaggi pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. . To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information