15Settembre2019

semar logo1

Sei qui: Home News Primo piano Commissione per i Servizi alla persona: F.I respinge le avances del PD

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Commissione per i Servizi alla persona: F.I respinge le avances del PD

flaim-p

VERBANIA – Si scioglierà mai il nodo della presidenza della commissione per i Servizi alla persona? Pare proprio di no. A sette mesi dalle dimissioni di Renato Brignone,

la presidenza rimane vacante e in un clima politico avvelenato come quello cittadino la soluzione appare più che mai lontana. Per accordi presi all’inizio della consiliatura, il posto è di un esponente dell’opposizione, ma è chiaro che per l’elezione del presidente i voti della maggioranza sono indispensabili, il candidato deve dunque risultare quantomeno “non sgradito” al PD. Ma l’opposizione insiste su un nome capace di provocare l’orticaria gigante in zona maggioranza, quello di Stefania Minore, entrata in Consiglio da “grillina”, oggi nel campo della Lega Nord, salita alle cronache cittadine per le sue prese di posizione (chi le definisce forti, chi inquisitorie) su diversi temi: canile in primis. Il PD, a questo punto avanza un “suo” candidato, Lucio Scarpinato, di Forza Italia. Nome già proposto all’inizio del nuovo corso amministrativo ma scartato dal PD che optò per Brignone. Oggi la riproposta trova però la risposta piccata del coordinamento cittadino e provinciale di FI che parla di “giochetti sottobanco” non accettabili.

Nei giorni scorsi – riferisce la capogruppo Mirella Cristina - sono stata contattata dal capogruppo Davide Lo Duca che mi invitava a un incontro con lui e il segretario cittadino Riccardo Brezza. Intuendo di cosa si trattasse non ho ritenuto opportuno andarci, ma la ‘proposta’ è arrivata lo stesso: votare di nuovo Scarpinato. Tutto perché Forza Italia, coerentemente con quanto accade anche a livello nazionale e regionale, ha trovato una forte sinergia con la Lega Nord e intende votare Stefania Minore. Un nome che però al sindaco, ad esempio per le ben note vicende del canile, è ancora più sgradito, ed ecco allora che improvvisamente Scarpinato diventa votabile. Essendo anche commissario provinciale di Forza Italia è mio dovere non consentire che al partito vengano messi i piedi in testa. I giochetti il Pd li faccia con qualcun altro, e se qualcuno vuole fare accordi sottobanco coi ‘democratici’ sappia che la linea ufficiale del coordinamento provinciale e di quello cittadino sono ben differenti”.

La sensazione è che Verbania si stia riproponendo lo stesso duello visto domenica scorsa sulla pista di Sepang, chi indossi gli abiti del “provocatore” Marquez e chi quelli del “provocato” Valentino lo deciderà la cittadinanza.

Create

Create by Filo Studios

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze ed in alcuni casi per inviare messaggi pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. . To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information