15Settembre2019

semar logo1

Sei qui: Home News Primo piano I fedeli di Marchionini Vs. PD: ancora scintille nella maggioranza

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

I fedeli di Marchionini Vs. PD: ancora scintille nella maggioranza

sede-PD1

VERBANIA - Si ignora l’utilità politica che ha spinto la maggioranza a dare prova pubblica di un’ennesima incrinatura interna.

E il bello è che tutti lavorano per l’unità,  o quantomeno in un "dialogo aperto", almeno così dicono. "Casus belli" i manifesti che in questi giorni cominciano a tappezzare i muri cittadini dove il gruppo di “Verbania protagonista” formato da esponenti del PD di nuova e vecchia iscrizione, ma anche di nessuna, comunque tutti fedeli al verbo del sindaco Silvia Marchionini, ha voluto tracciare un bilancio delle realizzazioni di questi due anni di mandato amministrativo, una lista (che pubblichiamo in basso) alla quale il PD non si è voluto associare. Il “niet” della segreteria cittadina però non è bastato a fermare l’affissione del manifesto, il tutto mentre uno dei responsabili del gruppo, Elio Tedesco, dichiarava tra le altre cose a La Stampa che “Verbania protagonista” “lavora per l’unità e non per lo scontro”, ma che il sindaco continua a sentirsi “sotto processo” dal suo stesso partito. In sintesi Tedesco non si fa capace come il Pd verbanese non abbia voluto mettere in risalto i successi dell’amministrazione.
In serata la risposta del PD attraverso un comunicato a firma del segretario cittadino Nicolò Scalfi che definisce “inopportune e insensate” le dichiarazioni di Tedesco “è quindi, doveroso fornire una risposta di chiarezza, anche perché vengono attribuite al Segretario dichiarazioni riportate da terzi in modo fazioso e incompleto”.
Scalfi non fa altro che ribadire quanto già detto nei mesi passati, ovvero che a livello locale “l’azione prioritaria del Partito Democratico e del nostro Gruppo Consigliare è di ricostruire un dialogo aperto con l’Amministrazione per agire di concerto sui problemi della Città”, poi attacca: «Non è chiaro poi cosa sia “Verbania protagonista”. Una realtà di cui si consoce poco o nulla: abbiamo inteso trattarsi di una minoranza ridotta di iscritti al partito che non ha mai ritenuto di ufficializzarsi in corrente, neppure durante l’ultimo congresso di circolo che ha visto il Segretario eletto con oltre il 90% delle preferenze.
Oggi scopriamo che questa realtà rivendica un profilo civico, quindi per propria definizione ci chiediamo se sia più intenzionata a lavorare fuori dal Partito e contribuire a sviluppare ulteriormente l’esperienza civica importante della Lista con Silvia.
Se, invece, la vocazione di questo inesplicabile e rieditato soggetto (è stato comitato delle primarie) è quella di avere un ruolo nel Partito, l’invito è che ponga le questioni in maniera democratica al suo interno, accettando il riscontro che gli iscritti possono offrire in Segreteria e in Assemblea.
Così, ci pare proprio che uscite pubbliche da parte di militanti di una realtà non riconosciuta in alcun modo, che non rappresenta il voto popolare, senza un ruolo specifico nel Partito, siano francamente inspiegabili».
Scalfi, infine rivendica che “l’aumento di numero di iscritti al PD fin a quasi 120, dimostra che, in un periodo di crisi per le forze politiche, il lavoro di proposta costruttiva ingaggiato è stato premiato, mentre le polemiche andrebbero lasciate ad un modo di fare politica superato e che non ci appartiene”.


Come anticipato precedentemente, ecco il contenuto del manifesto “contestato”:

Amministrazione di Verbania: due anni di risultati positivi per la città. Andiamo avanti!

- Una Verbania più viva con moltissimi eventi, manifestazioni e una ricca stagione culturale.

- Il Teatro Maggiore aperto in tempi rapidi e con una programmazione di qualità e di successo.

- Un bilancio comunale attento ai bisogni delle famiglie e dei commercianti con la diminuzione nel 2015 della tassa rifiuti e nel 2016 delle rette degli asili nido.

- La riqualificazione di Villa San Remigio, del lungo lago di Pallanza, la nuova Farmacia, la riapertura del Museo del Paesaggio, i progetti per la nuova Piazza Fratelli Bandiera e del Porto.

- Gli interventi nei quartieri, nei parchi gioco, il via al bando Apribottega, l’attenzione ai servizi sociali, allo sport e al benessere degli anziani, il sostegno agli studenti universitari.

- Il bando delle periferie approvato dal Governo Renzi, con 8 milioni di euro per Verbania: per il Movicentro della stazione, il completamento della pista ciclo pedonabile tra Suna e Fondotoce e la riqualificazione delle spiagge.

- Un Sindaco presente e disponibile con tutti i cittadini e pronto a intervenire sulle loro segnalazioni.

Questi alcuni risultati dei primi due anni di impegno intenso, e sobrio nei costi politici, confermato dai sondaggi nazionali che indicano un gradimento che sfiora il 60% collocando il Sindaco come primo in Piemonte

Verbania riparte!

E continua  a cambiare con Silvia Marchionini Sindaco

Create

Create by Filo Studios

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze ed in alcuni casi per inviare messaggi pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. . To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information